­
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

tutti i giovedì forrò

FORRO’ ore 22.00 CARMELINDO apresenta: Chuva, Suor i Cerveja il giovedì brasiliano alla Citè. Torna la serata forrò a La Citè, con ospiti, ricchi balli e sorprese di vario ordine e genere. Benvenuti musicisti, ballerini, avventori occasionali, appassionati e curiosi… e tutti gli altri, naturalmente.

 

venerdì 3 marzo

#CitéLibri h 18:30

Lorenzo Masetti (L’Eco del Nulla) presenta ARTICO NERO (exorma) di e con Matteo Meschiari

 

Con l’andamento di un romanzo corale, sette storie da un Artico nero e morente. Il Canada, la Norvegia settentrionale, la Siberia, la Groenlandia, l’Alaska e altri luoghi remoti dell’estremo Nord del pianeta. Un’analisi politica e sociale incassata nel modello romanzo-saggio. Un modo nuovo di raccontare e fare antropologia: antropofiction.

 

Ore 22.30

GIACOMO BALLERINI BLUESPOWER (blues, rithm’n blues)

Giacomo Ballerini: chitarra, voce; Antonio Masoni: tastiere; Marco Polidori: basso; Guido Bergamaschi: batteria

Un tuffo nell’ affascinante mondo del blues, con rivisitazioni di classici del genere e con brani originali

 

 

Sabato 4 marzo

Ore 22.30 PACHAMAMA (latin, world music)

Sara Campani: voce, chitarra, ukulele, cucchiai e shaker;  Denise Di Maria: voce, chitarra, ukulele, tamburi a cornice e flauti; Marco Galli: percussioni, voce; Alessio Landi:basso e didjeridoo.

Pacha Mama ovvero la Madre Terra da cui i musicisti prendono ispirazione per ricreare suoni dal e del mondo è un viaggio musicale dei Pacha Mama percorre le strade dell’America Latina e spazia in paesi come l’India, la Turchia, l’America del Nord.

 

 

domenica 5 marzo

h 19:00 Quartetto Auris presenta Mélange de Passions

 

Il Quartetto Auris nasce nel 2012 dall’incontro di quattro giovani sassofonisti nella classe di musica da camera del M° Alda Dalle Lucche presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Il quartetto ha già al suo attivo numerosi concerti, in particolare si ricorda la partecipazione nel ruolo della “Suocera” del Don Perlimplin di Bruno Maderna con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna sotto la direzione del M° M. Angius e molte altre date nazionali e internazionali.

Il loro repertorio è assai vasto, grazie alla versatilità del loro strumento spaziando dalle opere originali per quartetto classico di sax, del periodo romantico e contemporaneo, a trascrizioni di brani antichi e opere classiche.

Il quartetto esegue inoltre numerosi brani tratti dal repertorio leggero e etnico del Novecento i quali includono canzoni di grandi autori come Joplin, Gherswin, Brubeck, Beatles; tanghi tratti dall’antologia latinoamericana di Gardel, Piazzolla e musiche gitane e klezmer della tradizione esteuropea. Tra i prossimi progetti il quartetto si vede impegnato in collaborazioni con compositori giovani e talentuosi e alla realizzazione di un nuovo programma dedicato alla musica contemporanea di Ghidoni e a quella minimalista di Ligeti.

 

giovedì 9 marzo

#CitéLibri h 18:30

 

Sarajevo Rewind è un film e un libro: Il film sarà presentato in anteprima nazionale sabato 11 marzo presso il Cinema della Compagnia in via Cavour, e il libro… da noi!

 

Il 28 giugno 1914 a Sarajevo due colpi di pistola mettono fine alla belle époque e danno origine al “secolo breve”, il secolo delle guerre mondiali, dei conflitti di massa, dei regimi totalitari, delle grandi ideologie, delle grandi tragedie.
Gavrilo Princip e Franz Ferdinand. Due uomini, due viaggi verso la fine, e l’inizio. A Sarajevo si compiono i loro destini.
Oggi, 100 anni dopo, cosa rimane di quel mondo, cosa rimane della memoria di questi due protagonisti della storia del Novecento?
Da Vienna e da Belgrado a Sarajevo, due viaggi fra nazioni, nazionalismi e realtà politiche sovra e pluri-nazionali. Due viaggi attraverso un secolo, nel cuore dell’Europa di ieri e di oggi.

 

venerdì 10 marzo

#CitéLibri h 18:30

Presentazione rivista Effe. Periodico di altre narratività

Con Matteo Pascoletti e Dario de Cristofaro.

effe – Periodico di Altre Narratività nasce dall’esigenza di creare una zona franca per scrittori emergenti e giovani illustratori. Da qui l’idea di pubblicare un volume antologico in cui far convogliare tutte le facce della creatività. Un esperimento indipendente che si propone di sondare gli umori della scena letteraria, divenendo una vetrina per gli esordienti e un passaggio collaudato per gli autori già noti.

 

Ore 22.30 CUBANIA Y TRADICION (musica cubana)

Yorka Rios: voce; Marco Marsicano: pianoforte; Michele Staino: contrabbasso; Gabriele Pozzoli: percussioni.

La straordinaria voce di Yorka Rios, direttamente dall ‘Havana, per una serata a base di cha cha, bolero, nueva trova, rumba y mucho mas.

 

 

sabato 11 marzo

dalle 16 alle 18,30

GRUPPO DI LETTURA aLtre storIe – Agenzia di viaggi immaginari.

La discussione sarà sul romanzo breve di Melville, Bartleby Lo Scrivano.

 

#CitéLibri h 18:30

Diego Bertelli e Raoul Bruni presentano A PARTE IL LATO UMANO (Valigie Rosse), di e con Antonio Turolo

 

Vincitore Premio Ciampi Valigie Rosse 2016 – Sezione italiana

Lungi dal giustificare i gesti estremi o la sventura di alcuni suoi protagonisti, Turolo conserva un umanissimo desiderio di comprendere, senza alibi e senza eleganti strumentazioni culturali che troppo spesso perdono gli indagatori nell’ammirazione dei propri sofisticati congegni. Addirittura, il poeta sceglie spesso di utilizzare un immaginario cinematografico, che è un modo di immedesimazione anche figurativa capace di venir condiviso e subito interpretato anche in chiave pop. Testi che domandano soltanto una lettura di primo grado, ma che al contempo chiedono moltissimo al lettore in termini di coinvolgimento emotivo. (dalla nota di Paolo Maccari)

 

Ore 22.30 GRANDE ORCHESTRA ROSICHINO (spaghetti samba, ska,cumbia)

Davide Erdas: voce,cavaquinho; Emiliano  Grilli: chitarra; Free Ekanayaka: fender rodes; Saverio Batterio: batteria; Daniele  Gozzi: basso; Vincenzo Durante: tromba; Paoletta Sposato: alto sax; Vincenzo  Vitullo: trombone

Grande Orchestra Rosichino è Spaghetti Samba, un genere dove le imprese calcistiche dei grandi Maradona e Jijonao sono ambientate in una calda atmosfera western. Samba e ritmi latini si fondono con un mix di ska, cumbia, patchanka e reggae.

 

 

giovedì 16 marzo

#CitéLibri h 21:00

Giovanni Agnoloni presenta LETTERE D’AMORE ALLO YETI (mondadori)

“Lettera d’amore allo yeti” di Enrico Macioci racconta la storia di Riccardo e Nicola, padre e figlio, rimasti soli dopo la morte della madre, che lentamente stanno ricostruendo la propria vita. Ma gli eventi li coinvolgono in un caso di persone scomparse dai risvolti oscuri Lentamente i due stanno ricostruendo la propria vita, Nicola ha trovato un amico nel burbero vicino di casa, mentre Riccardo ha conosciuto Ismaela, ma gli eventi prendono una piega strana e imprevista, e i due si ritrovano a dover affrontare una serie di sparizioni, dai risvolti oscuri e misteriosi.

 

venerdì 17 marzo

I MamboKids tornano a La Citè per una nuova serata piena di ritmo ed energia caraibica. Arrangiamenti che mettono in evidenza la sezione fiati, sezione ritmica completa e arricchita dalla presenza di Itaiata Di Sa alle congas, percussionista brasiliano anche dei mitici Negrita, affiancato da Cristhian Torres (Colombia) al bongo e Taylor Marty (Cuba) ai Timbales. Alla voce e alla chitarra Daniel Chazarreta: tutti sotto la direzione di Cesar Martignon (Colombia) alle tastiere. Rumba urbana intensa per una serata rigenerante nel prestigioso spazio di Borgo San Frediano 20r a Firenze.

 

 

sabato 18 marzo

#CitéLibri h 18:30

Francesca Matteoni presenta Scardanelli/Holderlin. Un radiodramma. di e con Azzurra D’Agostino e Marianne Schneider.

L’opera è un montaggio di voci: quelle che il poeta udiva intorno a sé e quelle che sentiva solo nella sua testa nel periodo della Torre, cioè durante la sua permanenza in casa del falegname Zimmer a Tubinga, dove visse per i lunghi anni in cui fu considerato pazzo. Il testo è composto quasi interamente da citazioni e viene completato da un elenco di personaggi e luoghi scritto da Hermlin, con alcune voci aggiunge per i lettori italiani.

Il volume contiene inoltre il canto La migrazione di Hölderlin in una nuova traduzione.

 

Ore 22.30 LEON BONAM UFFICIAL LEO BONI TRIBUTE BAND (swing, Rhythm and Blues)

Leon Bonam: chitarra, voce; Franco Ricciu: contrabbasso; Filippo Cornuti: batteria

Rivisitazioni dei brani originali dei tre cd e omaggi a Luis Armstrong  Ray Charles e Django Reinhardt

 

 

Ven 24 marzo

Ore 22.30  POPS (mad jazz, gipsy, ska)

Lorenzo Baldini: sax e charme; Niccolò Giordano: Piano e clap hands; Gabriele Pozzolini: percussioni e ratatouille

 

Abituati a non prendersi sul serio, quei tre pazzi vi regaleranno improbabili mix balcanico-jazz-skaeggianti di sigle tv e film più o meno famose, in un’atmosfera vivace, ballabile e oltremodo sudata. Un beat da incendio e deliri di onnipotenza.

 

 

Sabato 25 marzo

ore 22.30 musica FIL ROUGE QUINTET (chanson, world music)

Maria Teresa Leonetti: voce ; Manuela Iori : piano; Nicola Cellai: tromba; Ettore Bonafè: batteria e percussioni; Piero Spitilli: contrabbasso

La musica tocca le sonorità, i timbri e i colori più disparati: riecheggiano melodie mediterranee con inevitabili richiami alla musica araba e maghrebina. Si muovono i ritmi latini della bossanova e del tango. Non mancano influenze underground legate al funk e all’hip hop, non ultimi il blues e lo swing. L’armonia è variegata, creando atmosfere mai scontate con testi scritti principalmente in francese.

 

 

venerdì 31 marzo

#CitéLibri h 18:30

Sergio Nelli presenta LA STEPPA di Sergio Baratto

La Steppa è lo spazio selvaggio che si spalanca al confine della civiltà. Solo che il confine è molto sottile, e vicino: è la striscia d’asfalto che separa il paese di Arimiate dalla desolazione. Qui, nella notte, si muovono gruppi di disperati, emarginati da una società decaduta ma decisa a preservare un illusorio benessere blindandosi nei supercondomini asettici che continuano a fiorire ai margini della statale. La crisi economica è ormai una malattia endemica, che lascia sul campo capannoni sventrati e fabbriche abbandonate, corrodendo ogni frammento di bellezza e di solidarietà. In questo spazio apocalittico, eppure terribilmente famigliare, vive il protagonista, ancora ragazzino quando questa storia ha inizio. Insieme a Zeno e ad Aili, due compagni di scuola, forma una stralunata famiglia.

In questo romanzo visionario e potente, Sergio Baratto porta all’estremo le conseguenze del deserto culturale, economico e morale che sentiamo avanzare lungo i nostri giorni.
Ore 22:00 Magic Hatter – Florence Funky Federation Florence Funky Federation, progetto creato da un idea di Freddie Villarosa Dj producer,Gruppo di musica aperta estemporanea, inizialmente formato con Daniel Casu alla chitarra elettrica, attualmente chitarrista degli Scandalo Sobrio e Lorenzo Nardi alla drum machine, attualmente suona in Brasile. Altri musicisti si sono alternati nel corso del tempo come ospiti, adesso il trio è composto con Tizy Fantappizy chitarra elettrica e Julie Carriero al sax tenore ma mantiene sempre vivo lo spirito del funk che lo contraddistingue con una forte propensione verso suoni futuristici per sfociare nel Funky House, Electro Funk, Nu Funk, Tecno Funk