­
Caricamento Eventi

sabato 1 aprile h 22:00 SURREALISTAS (cumbia, folklore, latin, tropical)

Jeremías Cornejo: voce, chitarra, ukulele; Francesco Messina: voce, percussioni; Mauro La Mancusa: tromba; Joaquín Cornejo: sax alto, pianoforte; Gianni Valenti: sax tenore; Agustín Cornejo: chitarra; Matteo Bonti: contrabbasso; Pietro Borsò: percussioni

I SuRealistas sono tre fratelli argentini… E alcuni fratelli acquisiti. Cantano in spagnolo, passando dai classici agli inediti, dalla cumbia al rock, dalle sonorità andine ai ritmi caraibici senza mai allontanarsi dalla loro idea di musica, fatta d’ironia e improvvisazione, esuberanza ed interazione con il pubblico.

 

lunedì 3 aprile h 19:30 PSICOAPERITIVO Quarto incontro con lo Psicoaperitivo. Questa volta parleremo di seduzione: come sedurre ed essere sedotti.

 

giovedì 6 aprile #CitéLibri h 18:30

Presentazione di LA COSA GIUSTA di Michele Cocchi, effigi edizioni  – con Martino Baldi, Francesca Matteoni

Quando la nostra vita si complica, quando ogni singola azione porta a conseguenze irreparabili, prendere la decisione giusta non è mai semplice. La cosa giusta di Michele Cocchi (Edizioni Effigi) si interroga proprio su questo, su quel senso di smarrimento che condiziona il quotidiano e ci spinge verso un punto di non ritorno.
Diversi sono anche i punti vista attraverso cui il lettore verrà immerso in un bosco di indecisione, nella montagna della riscoperta che sembra essere negli ultimi anni, all’interno della letteratura italiana contemporanea, l’alternativa più immediata, la via di fuga verso un futuro migliore.
La voce di un padre e quella di Gabriele, un figlio smarrito, si incontrano in una tragedia sanguinosa per poi separarsi, ognuno per la sua strada in cerca di risposte.

 

venerdì 7 aprile h 22:00 FREDDIE MAGUIRE (blues, rock’n roll)

Freddie Maguire: voce; Sergio Montaleni: chitarra; Mirko Verrengia: basso; Dado Pecchioli: batteria

La band propone un repertorio carico di groove, energia, molto ballabile che varia dal blues al rock ‘n roll e il funk.

 
sabato 8 aprile #CitéLibri h 18:30

Presentazione di PARIGI è UN DESIDERIO, di Andrea Inglese (Ponte alle grazie) – con Raoul Bruni, Giuseppe Girimonti Greco, Alessandro Raveggi

Fin da quando era molto giovane, Andy ha sognato Parigi: il luogo in cui le «abitudini», tiranne implacabili nella sua Milano, possono finalmente essere sconfitte; il luogo in cui la letteratura è qualcosa di concreto, che si incontra nei salotti o fra i tavolini di un bar; e il luogo, certamente, dove vivono le parigine. Ma i miti giovanili sono per loro natura destinati a crollare, e forse è proprio nel conseguente spaesamento che si può arrivare a una specie di «maturità», all’accettazione dello spaesamento stesso, alla costruzione di rapporti reali, quindi incerti, coi luoghi, con le persone. Il narratore di questo eccezionale romanzo si mette impietosamente in scena in prima persona, e il suo costante, inquieto rimuginare su sé stesso, sulla sua relazione con una città, sulle storie d’amore che nascono, finiscono o semplicemente si immaginano, queste riflessioni al tempo stesso lucidissime e stralunate arrivano a toccare, con grande leggerezza, le corde più profonde dell’esistenza, quelle legate agli affetti fondamentali e alle nostre più intime aspirazioni alla felicità. Con una scrittura stupefacente, perennemente tesa, percussiva e raziocinante, capace di alternare con incredibile coerenza avventure picaresche e ragionamenti incisivi, sempre venati dell’ironia di chi sta constatando la comica insensatezza delle cose e la natura mai del tutto chiara, mai del tutto autentica dell’essere umano.

 

ore 21:00  presentazione “Rock & roll noir. I misteri, le relazioni, gli amori del Club 27” di Elisa Giobbi Arcana Edizioni

h 22:00 MARCONDIRO trio (tarantaragga, elettrotwist)

special guests: PIACERI PROLETARI

Il concerto dei Marcondiro è un travolgente spettacolo di energia sonora, ritmi di danza tarantaragga – elettrotwist – rock – teatralità e provocazione.  Un’indagine sulla rumorosa società contemporanea dell’ Evo Mediatico

 

giovedì 13 aprile #CitéLibri h 19:00
Presentazione di L’ultimo angolo di mondo finito, di Giovanni Agnoloni (Galaad ed.) – con il prof. Giuseppe Panella

 

  1. Internet è crollato da quasi quattro anni in Europa, e la crisi della comunicazione si è ormai estesa alla telefonia, mentre le principali città sono state gradualmente invase da ologrammi intelligenti, “cloni” immateriali in grado di orientare il comportamento delle persone. Negli Stati Uniti il sabotaggio della Rete ordito dal movimento degli Anonimi è fallito, e internet è rinato grazie a un progetto di copertura wireless mediante l’uso di droni. Sospese tra questi due grandi poli di eventi, si svolgono le vicende di Kasper Van der Maart, spintosi fino a New York sulle tracce della scrittrice Kristine Klemens, scomparsa nel nulla, e di quattro affiliati degli Anonimi impegnati nella ricerca delle fonti di misteriosi segnali elettromagnetici, possibili sorgenti di una nuova Rete europea…

 

venerdì 14 h 22:00 RICCARDO MORI  TRIO (rock 60/90)

Riccardo Mori: chitarra, voce; Lorenzo Forti: basso; Claudio Sbrolli: batteria

Il trio reinterpreta i classici dell’età d’oro del Rock ’60\’90, da Jimi Hendrix a David Bowie, da Lou Reed ai Doors, dai Pink Floyd ai Cure, dai Beatles ai Radiohead… Get it on!!!

 

venerdì 21 h 18:30 presentazione -Esercizi di volo- di Roberto Mosi (Europa Edizioni)

h 22:00 ZARAF (balkan, gipsy grooves)

Tommaso Quinci: clarinetto; Giacomo Martini Andrea : basso; Andrea Menabó: chitarra; Salvo Casano: batteria

Progetto musicale nato dalla voglia di sperimentare il repertorio balcanico in chiave moderna , ovvero “ci siamo domandati se Bregovich fosse nato a New York o fosse un surfista californiano”..

 

sabato 22 h 22:00 MANOLO STRIMPELLI NAIT ORKESTRA (etnica, gipsy, popolare)

Manolo Strimpelli: voce, theremin, trombone e coriandoli; Eleonora La Bella: voce, fisarmonica, tamburelli; Petrolio Nannizzi: pianoforte, organetto, voce e poesie; Locomotiv Batisti: basso, voce e telecronache; Ector Dic Caramba: percussioni, tromba; Doc Mister Luti: violino, fisarmonica, sega, clavietta; Lou Joe Vacchini: chitarre, ukulele; Gei Gei Cardellino: batteria, tromba, mandolino; Otello Antonetto: tromba, bombardino e cavatappi.

Come essere in una festa gitana nel sud della Francia, come essere in un ristorantino nei Balcani o in una vecchia osteria tra un bicchiere di vino ed una fetta di formaggio a far baldoria. Questa orchestra saprà regalare a chi la ascolta musica, spettacolo, magia, danze scatenate e atmosfere particolari.

 
domenica 23 aprile #CitéLibri h 19:00

presentazione di Overlove, di Alessandra Minervini – con Giorgia Antonelli


Cosa siamo disposti a fare per amore? Tutto, anche lasciarci. Anna sta con Carmine da tre anni. Carmine è sposato e ha una figlia. Anna no. Si prendono e si lasciano diverse volte in un tira e molla di passione e senso di colpa. Carmine è un sofisticato cantautore indipendente che tenta la carriera nazional popolare per sbarcare il lunario. Passa le giornate rinchiuso nel suo studio di registrazione, alternando la fase creativa all’ossessione del controllo del peso. Rancoroso e frustrato, non ha il coraggio di cambiare vita. Fino a quando il cambiamento non glielo serve Anna su un piatto d’argento. Un pegno d’amore. In una Puglia dai colori vivi e velata di un’ironica malinconia, Anna lascia Carmine. Fino al momento prima, niente sembra essere cambiato. Ben presto la mancanza diventa un sentimento ambiguo: non è dolore per qualcosa che non c’è più ma per qualcosa che è avanzato e non è abbastanza. Intorno ai due protagonisti gravita la sgangherata umanità contemporanea: anaffettivi cronici, artisti egocentrici, goffi ipocondriaci, i nuovi ricchi dell’Est europeo e gli ex benestanti italiani minacciati dalla povertà borghese. La scrittura di Alessandra Minervini procede per sottrazione e frammenti, creando nel lettore un senso di dipendenza. Si perde e si ritrova qualcosa: un amore, una vita, un desiderio, se stessi.

 

venerdì 28 aprile #citélibri h 19:00

Francesco D’Isa e Edoardo Rialti presentano

ALLA SCOPERTA DELLA LUNA – i racconti fantascientifici di Emilio Salgari (Cliquot)

La conquista della Luna è il simbolo dei grandi miti del Novecento. Per un attimo l’abbiamo toccata. Per un attimo siamo stati sedotti dall’abbagliante illusione che il mondo fosse nelle nostre mani, che le conquiste scientifiche e le innovazioni tecnologiche potessero aprire tutte le porte, anche quella della felicità. Eppure, prima ancora che il XX secolo sbocciasse, un fine scrittore di storie avventurose ci aveva avvertiti che la natura primigenia non avrebbe mai chinato il capo di fronte alla sfida spavalda delle ambizioni umane. E lo aveva fatto attraverso alcuni visionari racconti che qui sono raccolti per la prima volta insieme. Alla conquista della Luna contiene le rarissime incursioni di Emilio Salgari nel mondo del fantastico e del (proto) fantascientifico. Racconti pervasi da un pessimismo alla Edgar Allan Poe più che dalla verniana fiducia nella scienza e nel progresso, perché Salgari aveva capito quello che anche per noi è sempre più chiaro: l’umanità non può permettersi di giocare a essere Dio.
Con la prefazione di Felice Pozzo.

Progetto grafico e cartotecnico di Maurizio Ceccato (www.ifixweb.it) | Illustrazioni di Riccardo Fabiani (www.riccardofabiani.com)

 

 h 22:00 DE’ SODA SISTER

vecchie canzoni anarchiche e popolari dellla tradizione toscana e del sud Italia, stornelli da osteria, filastrocche rivoltose, serenate d’amore, canti di lotta e melodie del passato. Una chitarra, un mandolino, una cigar box, voci e strumenti percussivi ricavati da cucchiai, grattugie e tamburelli. Benedetta Pallesi, Veronica Bigontina, Lisa Santinelli.